OLIO DI OLIVA: non solo un condimento.

RUBRICA DEL BENESSERE

Famiglia: Oleacee.

Piante: albero di grandi dimensioni, può raggiungere 10 mt di altezza.

Fusto: contorto, 2 o 3 grandi rami divisi in più ramificazioni formanti una fitta chioma.

Foglie: lanceolate, coriacee, di colore grigio-verde nella faccia superiore, grigio-argento in quella inferiore.

Fiori: molto piccoli, biancastri, riuniti in grappoli. Compaiono in aprile-maggio.

Frutti: drupe carnose, variabili per forma e dimensione a seconda della varietà, di colore verde diventano nere a completa maturazione.

Dove nasce e come si coltiva: pianta tipica delle regioni a clima mite, è diffuso in tutti i paesi del bacino del Mediterraneo. In Italia viene coltivato nel Centro e nel Sud, comprese le isole, e in alcune zone dei laghi prealpini, soprattutto del Lago di Garda. Si riproduce per talea.

Parti da utilizzare: la corteccia, le foglie e i frutti. Quando si raccoglie: la corteccia in primavera e in autunno, le foglie tutto l'anno, i frutti da novembre a febbraio.

Come si conserva: tutte le parti vengono usate a fresco, solo i frutti vengono conservati per il consumo alimentare, o appassiti in forno e poi conservati in barattoli con un pesto di sale, aglio, prezzemolo e peperoncino o in salamoia.

 

Un dono di Atena

La leggenda racconta di come Atena, figlia di Zeus, e Poseidone, si contendessero il diritto di dare il nome alla capitale dell'Attica. Per risolvere la questione fu proposta una gara; quella delle due divinità che avesse donato alla città la cosa più utile avrebbe avuto il diritto di battezzarla col proprio nome. Poseidone dette vita a un bellissimo destriero, Atena fece nascere un albero di olivo carico di frutti: fu così che la città venne chiamata Atena. E in onore della dea si tennero ogni quattro anni concorsi musicali e gare di atletica: in essi i vincitori venivano incoronati con ghirlande di olivo e ricevevano in dono ampolle piene di olio. Del resto gli atleti prima delle gare, e i guerrieri prima delle battagli, usavano spalmarsi di olio di oliva, e anche i privati cittadini, presso le terme pubbliche, non disdegnavano questa pratica.

 

Il talamo di Ulisse

Non si conosce l'esatta origine di questo albero, anche se si pensa che provenga dal Vicino oriente, dato che era già noto ai Sumeri. Da qui si diffuse in Grecia e, tramite i Greci, nell'antica Roma. I Latini, a loro volta, provvidero a diffondere la coltivazione della pianta in tutta l'area del Mediterraneo e in Libia. Ai tempi di Omero l'olivo era già coltivato in modo diffuso nella Magna Grecia; il nome di questa piante ricorre più di una volta negli episodi dei grandi poemi greci e non possiamo certo dimenticare che il talamo di Ulisse e Penelope era stato ricavato proprio da un grosso esemplare di olivo, attorno al quale l'eroe aveva costruito la propria casa.

 

Il simbolo della pace

L'olivo ha suscitato sempre grande ammirazione negli uomini sia per la sua utilità che per la sua longevità. Questa pianta, infatti, può vivere addirittura fino a duemila anni; il suo unico vero nemico sono gli inverni particolarmente rigidi. Se nel mondo greco l'olivo era simbolo di vittoria, nella cultura cristiana divenne uno dei simboli più nobili che esistano: quello della pace. Nella bibbia si racconta infatti che la colomba che Noè fece volare al termine del diluvio universale ritornò all'arca con un ramo d'olivo nel becco, segno di benedizione divina e di pace.Dopo aver parlato dell’aloe vera ci sembra scontato nonché giusto trattare come secondo argomento l’olio d’oliva, il secondo componente principale dei prodotti presenti al momento sul nostro sito di vendita on-line www.segretinatura.com.

 

L’olio d’oliva non è solo un condimento ma anche un ingrediente molto utile per quello che è la cosmesi, in effetti molte delle creme che utilizziamo sono composte su una base di olio d’oliva e sono sicuramente le migliori.

 

L’olio d’oliva ha una tradizione antichissima, infatti si parla di circa 3500 anni fa. Nel corso degli anni l’olio extravergine di oliva è diventato uno dei prodotti più preziosi del mediterraneo. Grazie alla presenza di acidi grassi, vitamine e minerali, ha la proprietà di lenire gli arrossamenti della pelle, le irritazioni, di prevenire le screpolature, le disquamazioni oltre che a contrastare i fenomeni dell’invecchiamento della cute e l’indebolimento dei capelli. Per millenni, prima dell’invenzione dei punti di sutura, l’olio d’oliva veniva utilizzato per cicatrizzare le ferite da taglio.

 

In questi ultimi anni si è tornati a parlare di naturale e biologico, e per questo molte compagnie del settore cosmetico hanno preferito abbandonare gli oli sintetici in favore di quelli vegetali; questo è dovuto alle caratteristiche di questi oli che sono molto in linea con le esigenze dei consumatori che cercano un mix ottimale tra salvaguardia della salute e la bellezza.

Nell'uso cosmetico, l'olio è un prezioso grasso vegetale, molto utile nella cura della pelle e usato fin dall'antichità per la bellezza. Può essere usato come detergente per la pulizia delle pelli secche, delicate, sensibili, arrossate e disidratate (massaggiatelo con cura sul viso, quindi lavatevi con acqua) Per la sua azione equilibrante e regolatrice della secrezione di sebo della cute; è consigliato anche per le pelli grasse: una volta applicato, sciacquatevi solo con acqua, senza l'uso del sapone, quindi passate un primo batuffolo imbevuto d'olio, al quale farete seguire un secondo asciutto, per asportare il grasso e lo sporco che è rimasto sulla pelle; sciacquate infine ancora con sola acqua e asciugate. Per nutrire la pelle delle mani screpolate, basta applicare un po' d'olio miscelato con del succo di limone. Per ridare splendore a capelli secchi e devitalizzati o decolorati, fate impacchi con oliod'oliva per almeno 2 ore; avvolgete la testa in un panno caldo e, se potete, lavatevi i capelli 5-6 ore dopo, impiegando acqua e limone o aceto nell'ultimo risciacquo.

 

Naturalmente questi sono dei rimedi casalinghi che abbiamo avuto cura di proporvi ma noi consigliamo sempre l'uso di prodotti certificati e testati, che abbiano reali benefici e mirati alla cura e al benessere del corpo, grazie alla sinergia dei vari ingredienti contenuti in essi.

 

I nostri prodotti hanno da sempre usato l’olio d’oliva al naturale anche prima di questo riavvicinamento da parte della massa. Tutto è dovuto dalla volontà del nostro fornitore di offrire al consumatore finale un prodotto cosmetico di indubbia efficacia ma allo stesso tempo naturale.

 

Lo staff di Segretinatura.com